I PRIMI 5 ANNI

Dalla mia elezione  al Consiglio comunale di Palermo sono trascorsi quasi cinque anni, volati via velocemente. Un’esperienza intensa, ricca di incontri e attività, carica di emozioni e fatiche.

Dopo l’elezione in Consiglio, ho continuato a vivere ogni giorno con la stessa passione ed attenzione profuse durate il periodo della campagna elettorale.

DA CONSIGLIERE A “PRESIDENTE”

Mi sono impegnato a dare il mio contributo e le mie competenze nel ruolo istituzionale assegnatomi, dapprima ricoprendo la carica di Presidente della Commissione Bilancio e attualmente anche come componente della Commissione Speciale Statuto e Regolamento; ho continuato ad ascoltare i cittadini e a dialogare con loro; ho dato la mia piena disponibilità ad associazioni, comitati e singole persone per fare da “ponte” tra loro e l’Amministrazione.

I NOSTRI TRAGUARDI

Con senso di responsabilità, insieme ai miei colleghi, ho votato atti importanti per la città, grazie ai quali abbiamo salvato i lavoratori di due aziende partecipate (AMIA e GESIP), creando due nuove società (RAP e RESET) che operano in città e di cui oggi s’iniziano a vedere i positivi risultati. Abbiamo votato tutti gli atti relativi alla realizzazione del Tram, affidando all’AMAT il servizio; votati e approvati Bilanci di previsione e consuntivi, in anni in cui molti comuni dichiaravano il default; abbiamo votato e istituito la Consulta delle Culture: il consiglio delle comunità di tutti i continenti presenti a Palermo; tanti i progetti che si sono elaborati per proporre la candidatura di Palermo per il conseguimento di Titoli e Riconoscimenti. Al di là dei risultati conseguiti, che pure ci sono stati (Capitale dei Giovani 2017, Capitale della Cultura 2018, Manifesta 2018) tutte le candidature hanno avuto l’obiettivo e il merito di immaginare e volere una città migliore da progettare e cominciare a realizzare; abbiamo immaginato e pensato una città diversa attraverso le pedonalizzazioni, l’introduzione del bike sharing, il potenziamento del car sharing; aumentato le risorse nei capitoli dell’edilizia scolastica, da anni settore dimenticato; votate le linee guida del nuovo piano regolatore e molto altro ancora… Un elenco ricco, ma insieme fortemente ridotto, utile comunque per ricordare con fatti concreti che davvero si è tanto seminato… E adesso, cosa fare per Palermo? Adesso occorre continuare su questa strada: investire e governare quanto adesso si inizia a raccogliere. C’è un lavoro molto lungo e capillare ancora da svolgere per dare continuità a quanto fatto finora e procedere oltre, ed è per questo che ho scelto di ricandidarmi al Consiglio Comunale.

I PROSSIMI 5 ANNI

Palermo2022 è il nome della lista in cui mi presenterò alla prossima consultazione elettorale, insieme ai candidati sostenuti dal comitato Partecipalermo. Palermo2022 è un progetto in cui scegliamo di scommettere.

I prossimi cinque anni devono essere gli anni della continuità, per portare a compimento quanto di positivo è stato seminato dal 2012, ma occorre altresì porsi l’obiettivo di provare a pensare come strutturare la Palermo del dopo Orlando.

Non si può certo improvvisare una valida alternativa all’attuale sindaco in modo superficiale e a poche settimane dal voto. Occorre programmare seriamente un cantiere di idee e di progetti, un coinvolgimento di persone competenti e disponibili per riuscire a fare una squadra che possa rappresentare la nuova classe dirigente della città.

AL CONSIGLIO COMUNALE CON EMANUELA TORTORICI

La doppia preferenza di genere

Con la nuova legge elettorale, anche a Palermo alle prossime amministrative sarà possibile esprimere la doppia preferenza “uomo-donna”.

E’ per questo motivo che con Emanuela Tortorici abbiamo condiviso l’idea di candidarci insieme al Consiglio Comunale di Palermo.

Scopri

I MIEI CANDIDATI ALLE CIRCOSCRIZIONI

Danilo Lo Piccolo

I^ Circoscrizione

Giovanni D'Alia

II^ Circoscrizione

Filippa Alfano

III^ Circoscrizione

Enza Piazza

IV^ Circoscrizione

Giuseppe Verrigno

V^ Circoscrizione

Giovanni Li Castri

VI^ Circoscrizione

Roberto Piraino

VII^ Circoscrizione

Marta D'Alia

VIII^ Circoscrizione